Matterport

C2 Group Partner Matterport per rendere digitale l'ambiente scolastico

Scansiona i tuoi ambienti scolastici con Matterport, crea tour virtuali da condividere, genera planimetrie, misura digitalmente gli spazi da qualsiasi dispositivo, senza doverti recare fisicamente sul luogo.

Chi è Matterport

Matterport è l’azienda di dati spaziali, fondata nel 2011 con sede a Sunnyvale in California nata per esplorare l’intersezione fra hardware, IA e ambienti, dedicata alla digitalizzazione e all’indicizzazione degli ambienti.

Matterport, con oltre 500 dipendenti che innovano e supportano la digitalizzazione degli ambienti, offre ai propri clienti assistenza e supporto vendite locali grazie ai suoi uffici sparsi in tutto il mondo (San Francisco, Chicago, Kansas, Londra e Singapore).

La piattaforma Matterpot 3D all-in-one consente a chiunque di trasformare uno spazio in un gemello digitale immersivo accurato che può essere usato per progettare, costruire, gestire, promuovere e comprendere qualsiasi spazi

Caratteristiche

La piattaforma Matterport aiuta i clienti a realizzare appieno il potenziale di uno spazio scolastico in ogni fase del suo ciclo di vita. 

Il Virtual Tour permette di avere sempre a disposizione i vostri ambienti digitalizzati, anche se remoti e distanti.

Tramite il Virtual tour è possibile navigare liberamente dentro allo spazio acquisito, spostarsi nei vari ambienti, su vari piani e osservare tutto ciò che è contenuto in quell’ambiente.

I vantaggi di Matterport

Grazie a questo sistema, Matterpot:

  • scansiona qualsiasi ambiente, lo digitalizzando e navigarlo tramite virtual tour
  • permette di verificare la posizione di un determinato oggetto o qualsiasi elemento presente in una determinata stanza
  • prende misure accurate di un qualsiasi elemento presente nel virtual tour
  • riduce drasticamente la necessità di spostarsi e quindi i relativi costi eliminando la necessità di recarsi sul luogo

Come funziona Matterport?

Per farlo funzionare basta solo una persona, un tablet e una fotocamera Matterport.  Non serve nient’altro per creare un gemello digitale.

Una volta sul posto, si stabilisce una connessione Wi-Fi diretta tra la fotocamera e il tablet, non c’è necessità di connessione internet durante la scansione.

Tramite l’applicazione “Matterport capture”, la fotocamera esegue autonomamente delle fotografie e delle scansioni laser contemporanee, girando da sola di 360° e misurando tutto quello che trova intorno a se come oggetti, arredi, muri, porte, finestre, scale, soffitti e pavimenti.

Una volta eseguita la scansione, invia immediatamente i dati al tablet che crea un punto di scansione, quello che poi diventerà un punto durante il tour virtuale.

Spostandosi di pochi metri si è subito pronti ad eseguire un secondo punto di scansione e via via tutti gli altri punti che poi comporranno il tour.

Una volta eseguiti tutti i punti di scansione, tramite una connessione internet è possibile inviare il progetto al portale di Matterport, il cloud dove viene poi creato, gestito e condiviso il gemello digitale e il relativo virtual tour.

Domande Frequenti

CONDIVIDI