tutto scuola giugno 2014Nel numero di dicembre 2014 di Tutto Scuola è stata pubblicata una nuova intervista a Stefano Ghidini responsabile education e AD di C2 il quale afferma "Molto velocemente è cresciuto nelle scuole l’interesse verso nuovi metodi didattici, nella consapevolezza che le tecnologie non possono rappresentare un fine, ma sono uno strumento per agevolare l’apprendimento. Ormai è chiaro che non ha senso inserire tecnologie nelle scuole se non esiste un preciso progetto didattico"; continua "Sono perfettamente consapevole dell’esistenza di molti fornitori affidabili e
vicini alle scuole. Dobbiamo semplicemente fornire alle scuole degli elementi oggettivi di valutazione e fornire a questi fornitori la possibilità di offrire un servizio anche di consulenza ai loro clienti, rammentando che le risorse sono limitate e che la scuola deve investirle al meglio... In un anno abbiamo fornito servizi e apparecchiature ad oltre 3.000 classi in tutta Italia e devo ammettere con tristezza che troppo spesso errati bandi di gara comportano acquisti di apparecchiature non funzionali alle esigenze delle scuole, agevolando coloro che hanno come
unico interesse una logica di business a breve termine."

pdfleggi l'articolo225.7 KB

  • loghi-1.jpg
  • loghi-2.jpg
  • loghi-3.jpg
  • loghi-4.jpg